A4 LA CROCE PEDALA E CAMMINA

Su e giù dalla sella per un bel po' di volte, chi vuole cimentarsi in questo bel percorso, classico per gli amanti del trekking, ma riservato ai soli bikers che non si stancano di scendere dalla bici e spingerla al loro fianco (un po' per uno, no?).

A5 VALLE LICINO LE MONACHE

Precisamente Costa le Monache, una salita durissima (in piccola parte a spinta) che caratterizzerà e si farà ricordare in questo percorso.

AA POGGIO MEZZANELLI TANTO RUMORE
PER NULLA

Può capitare lungo il percorso di fare incontri con branchi di cinghiali, come è capitato una volta a me, quando addirittura sono piombato con la bici in mezzo a ben due branchi molto numerosi; un fracasso e un fuggi fuggi generale (me compreso), poi il ritorno del silenzio assoluto.

AE LE PRATA IN BOCCA AL LUPO

Se conoscete la terribile discesa (la direttissima) che scende verso il fondo di Valle Prata, comprenderete benissimo la motivazione dell'augurio!

AJ COLLE ZANNUTO CREPI IL LUPO!

In riferimento a quanto motivato in AE, questa alternativa per scendere verso valle Prata è sicuramente più umana...

AK MACERINO COMPLICHIAMOCI
LA VITA

Ci sarebbe una comodissima e ampia strada sterrata per andare da Cima Forca a Macerino (o viceversa); ma se proprio vogliamo soffrire...

AL MESSENANO FONDO CHIUSO

"Fondo chiuso" è il cartello che si trova su una recinzione che sbarra il passo alla prosecuzione del tracciato che sale da Messenano verso Scoppio, con l'ampia mulattiera che mestamente prosegue solitaria oltre...

AM BIVIO SCOPPIO VIA DEL CAMPO

Decisamente campestre un tratto nella parte "bassa" dell'itinerario, che se fatto in periodi di piogge più o meno recenti... non dimenticherete facilmente!

AN CESI PINZIMONIO

Un buon condimento con quattro semplici (da non intendersi facili) ingredienti che andrà ad arricchire la classica via che scende da M.te Torre Maggiore, sempre più asfaltata, che risulterebbe altrimenti un po'... insipida.

AO MEZZANELLI MEZZANELLI SLOPE

Quasi 3 km di discesa ininterrotta da farsi tutta d'un fiato con una pendenza media del 13% (difficile immaginarla in senso contrario) terminando nel paese di Mezzanelli. 

AP APPECANO FORZA FABBRI'

Ultimi 2 km costituiti da una terribile salita che unisce una pendenza estrema ad un fondo non proprio favorevole. Non stupisce quindi se qualcuno può trovarsi in difficoltà, come il mio amico Fabrizio che preferiva superare i punti più critici a piedi. Giunti in cima seguiva però il percorso Aq...

AQ MADONNA ULIVO ASPETTA FABBRI'

Dopo averlo aspettato in salita, su percorso Ap, ora è il mio amico Fabrizio che mi deve aspettare in discesa, visto che per una buona metà i precipizi che si prospettano poco si addicono alla mia prudenza in discesa...

AR ACQUAPALOMBO ZIGO-ZAGO

Un percorso che include una divertente discesa (anche se con il passare degli anni diventa sempre più malmessa) per un viottolo che cambia ripetutamente direzione con stretti gomiti da farsi in equilibrio precario...

AS PORTARIA CAPPUCCINI

Il vecchio convento abbandonato dei frati minori cappuccini di San Pietro di Portaria è tappa del percorso in questione.

AT ACCALLAME CIRCONVALLAZIONE VALSERRA

Ovvero: come aggirare verso nord la Valserra, passando da un versante all'altro, senza finire sul fondo di questa e senza scendere sulla provinciale (asfaltata), rimanendo piuttosto quasi esclusivamente su sterrate.

AU LA CERRETA SANGEMINI HILL'S

Un giro contraddistinto da un susseguirsi di continui saliscendi, per le colline nei dintorni di Sangemini.

AV L'EREMITA DI CESI L'EREMITA

Il passaggio al complesso dell'eremo di Cesi, ristrutturato a cavallo del 2000, rappresenta l'inizio della porzione di percorso che senz'altro provoca intense emozioni; poi sta un po' alle capacità e preferenze di ciascun biker scoprire il tipo di emozione...

AW COLGIACONE MARNITICO

La marna caratterizzerà la seconda parte di questo percorso, con un passaggio in particolare che pare proiettarci in una valle lunare...

AX POGGIO CHICCHIRICHI' L'EREMITA 2
(LA VENDETTA)

Alternativa alla più conosciuta via che passa per L’Eremo di Cesi, sia come parte iniziale che come finale, pur conservando la porzione più difficile.

AY GIUNCANO I PURILLI

La zona de "I Purilli" interesserà la porzione centrale del percorso in questione, prima nel bordo inferiore andando ad attraversare il fosso omonimo, poi toccandone il lembo più alto prima della salita per Cancelli.

B1 BATTIFERRO PUNITI SAREMO?

Tra Montebibico e Battiferro si trova un cartello che invita a chiudere il cancello, con una sintassi un po' curiosa
"... i trasgressori puniti saranno"!

(Ma noi puniti non saremo,
perché il cancello chiuderemo!)

BF MONTE POGGIO MONTE POGGIO

Non necessitano troppe spiegazioni: monte Poggio è un cucuzzolo che si aggira da est verso ovest, senza passargli in cima, ad un terzo circa del percorso. 

BG CECALOCCO STRAPPABRAGHE

Questo è il nome reale di una micidiale pianta  che non di rado si rischia di incontrare penzolante dagli alberi nel sentiero discensivo conclusivo. Purtroppo il peggio è quando a rischiare di strapparsi è la propria pelle. E purtroppo, non è l'unica pianta che crea problemi, visto che rovi ed ortica nel finale a volte sono altrettanto fastidiosi.

BH POLENACO DI LA' DEL FOSSO

Nella parte finale di questo percorso può essere interessante passare al di là del fosso di San Benedetto, per rendere più divertente e variegata la discesa finale, anzichè continuare, come fa la maggior parte dei bikers per la più conosciuta e consueta carrareccia.

BI ACQUALACASTAGNA FOSSO NECAIA

Il percorso attuale va a ricalcare in buona parte lo sviluppo del fosso Necaia, intersecandone più di una volta il corso (comunque sempre asciutto).

BJ COLLE LICINO LA LAVORATA

Dal nome della zona sulla costa sud-ovest del monte Cecalocco, che si supera nella salita iniziale (ma non chiedetemene l'origine...)

C2 BUONACQUISTO SENSO CONTRARIO

Curiosamente tutte le volte (poche per la verità) che ho percorso questo itinerario, ho sempre e solo incontrato bikers in senso contrario! Personalmente me lo gusto più così.

CC MARMORE CAMPACCI

Dall'omonimo parco a cui si giunge dopo un'impegnativa discesa e che, trovandovi l'acqua, ci sembrerà quasi un'oasi.

CD PARCO FLUVIALE NERA PARCO FLUVIALE

Il finale del tracciato ci porta a ridosso del Nera, nella valle fluviale, che rappresenta in pratica il cuore del Parco fluviale del Nera, il comprensorio che vuole abbracciare le zone circostanti al tratto medio inferiore del fiume.

CE TRIPOZZO L'ACROBATA

Quasi al termine del tratto più impegnativo di discesa che segue a località C. il Colle incontro, un cercatore di asparagi, che a quanto pare non crede ai suoi occhi, vedendo uno che scende (pur sempre molto prudentemente) per una strada così scoscesa e malmessa. Da qui la sua esclamazione: "Ma tu vieni ju pe' sta strada in bicicletta? Ma s'i n'acrobbata!"

CF COLLEBERTONE MO' PAGA

No, in bici non si paga..., ma se si vuole parcheggiare l'auto nelle adiacenze dei prati attrezzati (con tavoli e caminetti) dopo Collebertone, dal 2005 troverà le macchinette erogatrici di tagliandi per parcheggiare.
Anche godere della natura ha il suo prezzo...

CG LABRO LA VECCHIA MINIERA

La lunga discesa da Buonacquisto vedrà il passaggio nei pressi di ciò che resta dell'antica miniera di lignite, chiusa negli anni '50, che prevedeva il trasporto dell'estratto tramite una ferrovia a scartamento ridotto e teleferica fino a fondo valle, tratti interessati dal passaggio del percorso attuale.

CH SAN LIBERATORE FREERIDE

Un percorso dedicato al fantastico lavoro fatto da alcuni amanti di questa disciplina nella zona sottostante al parco Batteria. Quelle piste sono divertimento puro così ben "lavorate" e detto da uno a cui la discesa gli fa prendere quasi sempre il mal di pancia...

CI

CJ

MOLINACCIO

COLLE PALLONE

VARCONE 1

VARCONE 2

Varcone è la frazione che fa da separazione tra l'intensa salita e la seguente ripida discesa...

CK LEAZZANO SPINOSO

Purtroppo il percorso è un po' troppo... spinoso, a causa dei rovi che segnano la via all'altezza del primo terzo di percorso.

CL BRISCIANO LA FORCELLA

La Forcella è la destinazione finale del seguente percorso, da dove è possibile poi scegliere tra diverse possibili alternative per proseguire.

CM CAPOCROCE BRACIOLE E SALSICCE

Se vi capiterà di fare questo percorso in tarda mattinata o tardo pomeriggio, in estate, passando per Prato Manente, un invitante profumino di carne al fuoco vi farà prendere la tentazione di interrompere per uno spuntino (non so quanto "ino").

CN POLINO LE SVORDICCHIE

In lingua locale: piccole svolte. Un susseguirsi di tornantini a stretto raggio e più o meno ravvicinati contraddistinguono la parte finale del sentiero che dal monte Petano porta a Polino.

DH S.BENEDETTO IN FUNDIS I BIKERS CHE
FECERO L'IMPRESA

Prendendo spunto e parafrasando il film girato nella zona del convento di S. Benedetto in Fundis...
L'impresa? Sta nel superare indenni (ovvero pedalando) il micidiale muro finale che sale verso S. Lucia!

DI MONTE MACCHIALUNGA QUAQUARAQUA'

Il mio occasionale compagno d'avventure, mentre risalivamo il tratto più duro dell'erta finale per guadagnare la cima del Macchialunga, mi diceva (prendendo a riferimento termini di Totò): "Dai, non molliamo... non dobbiamo scendere...; qui si vedrà se siamo uomini o quaquaraquà."
Risultato...: due quaquaraquà!

DJ COLLE MANCINO SEGUENDO SPEEDY

Speedy è lo pseudonimo di un amico biker che da oramai qualche anno trascorre gran parte dell'estate in località Prati di Stroncone, zona che conosce quindi in ogni anfratto. Seguendolo quindi c'è da divertirsi tra i tanti sentieri che sono sconosciuti ai più.

DK PIEFOSSATO DIRETTISSIMA

Una via che puntando verso nord-ovest precipita in poco più di 4 km (ma il primo chilometro e mezzo è di approccio) per oltre 400 metri di dislivello di pura tecnica e, volendo, divertimento e ci riporta dalla piena montagna alle porte di Terni.

DL GRECCIO MISTICO

Percorso che in più di un occasione ci porterà sulle orme di San Francesco, in luoghi che hanno a che fare con la storia del patrono d'Italia; il sentiero Francescano, il Santuario teatro della prima rappresentazione della natività, Greccio, la Cappelletta dove si ritirava in solitudine.

DM MIRANDA DIRITTO DI PRECEDENZA

Percorrendo carrarecce immerse in fitti boschi difficilmente si potrebbe pensare di imbattersi nel classico segnale romboidale "strada con diritto di precedenza"; invece è quello che ci capiterà percorrendo questo itinerario.

DN COLLE DI STRONCONE PER CONVENTI

Il percorso è caratterizzato dall'ostico sentiero via che tagliando a mezza costa il versante nord del monte Rotondo, collega gli antichi conventi di San Benedetto in Fundis e San Simeone, quest'ultimo recentemente recuperato.

DO PRATI DI COTTANELLO L'ANELLO DI COTTANELLO

Questo percorso compie un lungo anello schiacciato che ci porterà a godere degli splendidi prati di Cottanello, denominati Prati di Sopra ad est e prati di sotto ad ovest.

DP MACCHIA LUPARA STERPARINO

Sterparino è la sella che bisogna conquistare con una durissima salita e superata la quale ci aspetta una complicata discesa.

DQ PARCO CAMPACCI DOWN & DOWN

Percorso caratterizzato da due ripide discese quasi consecutive, la prima delle quali precipita letteralmente verso la Valle Reatina, su sentiero decisamente tecnico e quindi adatto ai funamboli delle due ruote.

DR PRATI DI STRONCONE L'ANELLO DEI PRATI

Un breve percorso ad anello, che vede la località montana Prati di Stroncone baricentrica, rispetto a questo, accessibile a tutti rimanendo su una fascia di quota con oscillazioni contenute.

DS COLLE DI STRONCONE DUE FONTANE

Il percorso si origina appena sotto ad un fontanile (quello dei "Monaci") nella frazione di Colle di Stroncone e termina appena sopra ad un altro (quello di "Fondi") in zona Santa Lucia.

DT CAMPO LA FIGORA LA FINLANDIA

Così chiamato perchè più o meno in qualsiasi periodo dell'anno lo si trova sempre un po' umido.

E1 M.te COSCE CHI L'HA ASFALTATA

Col chiaro riferimento ai tratti asfaltati della strada che sale a monte Cosce (una striscia di asfalto che sale verso il nulla è quantomeno surreale).
Alessandro

E2 CALVI LA BOMBA

Per chi si vuole divertire su una mountain bike questo percorso è una vera bomba, così ricco e variegato!
Purchè di bomba vera non si tratti, andando a finire nel deposito di esplosivi che si va quasi ad attraversare nella seconda parte dell'itinerario!

ED FIAIOLA LA CANTINETTA

Dall'omonima stradina che ne costituisce per la sua interezza il percorso.

EE ITIELI TUONI FULMINI E... GRANDINE

Sorpreso (ma nemmeno troppo) da un violento temporale sono incappato nella zona più montuosa in un temporale che scaricava a pochi metri fulmini micidiali e tre grandinate nel giro di mezz'ora. Il dilemma: meglio prendersi la grandine, grande anche come olive, o rischiare nel ripararsi sotto un albero? 

EF S.URBANO CORTA DI S.URBANO

Micidiale arrampicata, considerando l'aggiunta del proseguimento per Croce San Valentino, che punta diretta verso la frazione e ne rappresenta una scorciatoia alternativa alla classica provinciale per salire dalla piana di Vascigliano.

EG ACERELLA DA ILARIO

Ilario si ignora chi sia; Cese d'Ilario invece è individuabile facilmente, come costruzione in fase di ristrutturazione (oramai terminata) che oltrepasseremo all'inizio del percorso.

EH

EI
ARAVECCHIA

POGGIO DI OTRICOLI
L'ULTIMA PEZZA (1)

L'ULTIMA PEZZA (2)

Qualcuno, esplorando l'ultima parte in quota di questo percorso (rami di rovi al suolo non sono rari...), dopo aver forato l'anteriore e sostituito la camera d'aria, ha forato anche il posteriore, che ripara con l'ultima e unica pezza a disposizione. Alla terza foratura (!?) si è ritrovato appiedato!

EJ MORICONE SCACCIAPENSIERI

E' il nome di un conosciuto posto nella zona interessata dall'attuale percorso. Ma nel nostro caso è anche la irta salita che avremo poco dopo aver lasciato l'asfalto; passata quella ogni pensiero sarà alle spalle!

EK M.te TRASSINARI SOLO FESTIVI

Chiedendo sul posto, se fosse consentito e pericoloso il passaggio vicino alla cava, mi sono sentito rispondere di no; esplodono qualche mina di tanto in tanto, all'interno della cava, però se si passa i giorni di festa, nessuno lavora...

F3 TERNI OVEST GRATTA IL FONDO

E' sempre più difficile trovare a ridosso dei centri abitati strade sterrate; non è stato quindi facile rimanere nel fondo della conca ternana e mettere insieme un circuito che insistesse il più possibile su strade non asfaltate o quantomeno poco transitate da mezzi a motore. Ma gratta gratta...

FD FORNOLE GRAZIE AGLI EX

Per mettere assieme questo percorso sono state ultili le indicazioni di un paio di amici che abitano nella zona, uno ex compagno di scuola e l'altro ex collega di lavoro.

G1 MONTECASTRILLI ATTENTI AL... PADRONE

Capita d'incontrare cani non loquacissimi all'altezza di una casa isolata al km19 del percorso; attenti però al padrone, anzi alla padrona (mi dicono), perchè se non vi fate "sbranare" senza protestare e assecondandoli, potrebbe risentirsene con veemenza.

GC CASIGLIANO UN CAFFE' E
UNA BRIOCHE

La ricerca di un bar per il mio compagno di avventure (all'inizio pensavo scherzasse) che superato Casigliano sentiva il bisogno di reintegrare le energie, è stato il tema dominante dei chilometri successivi. Di paese in paese, finalmente la ricerca è stata concretizzata a Dunarobba.

GD FURAPANE GRANDE GIORGIO

Un piccolo tracciato dedicato ad un grande campione.
Visto che mentre io stavo percorrendo questo itinerario, Giorgio di Centa vinceva una delle gare più rappresentative delle olimpiadi invernali 2006.

GE CASTELFRANCO CEMENTO

Tonnellate e tonnellate di cemento devono essere occorse per pavimentare ininterrottamente per oltre due chilometri questa via che si snoda tra le verdi campagne umbre.

GF OSPEDALETTO CALDARO

Il torrente Caldaro ci farà compagnia per una buona porzione di questo percorso molto campestre.

N1 CIMA PANCO SOPRA IL PANCO

... bene ci campo!
Una delle rare cime oltre i 1000 metri che si lascia raggiungere agevolmente e permette di godere di un superbo panorama.

N2 MONTE MARTANO DUE SENZA TRE

Dopo m.te Martano c'è una discesa che sfianca, per quanto è ostica e non lascia niente di buono in bocca, così dritta per chilometri, monotona, complicata e stressante.
Fatta due volte (la seconda peggio della prima), non so quando potrà esserci una terza!

N3 MONTE FIONCHI TRENTA PER CENTO

Trenta per cento è la terribile pendenza che si incontra nella salita finale verso il Fionchi, ma anche nell'altro versante in discesa, siamo su pendenze simili, tanto che invertire la direzione a questo giro non cambia molto la sostanza (e la fatica).

N4 PATRICO PATRICANA

Probabilmente la vecchia via patricana sarà la cosa che più si farà ricordare dell'intero percorso, visto che costa non poca fatica per essere superata.

N5 SANTA ANATOLIA SENZA LUCE

Il percorso della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia è caratterizzato nella porzione che scende da Tassinare a Santa Anatolia da buie gallerie, impossibili da fare senza luce artificiale. Invece questa versione del percorso le salta una ad una... Quindi la torcia si può lasciare a casa!

NA SCOPPIO NON SCOPPIO!

La salita c'è, ma non così tanta da scoppiare!
Niente Scoppio, anche perchè il piccolo borgo, o ciò che ne resta, non rimane di strada, anche se una piccola e facile deviazione la meriterebbe.

NB LA COSTA TAGLIA LA FRATTA

La fratta fatidica (nome volgare a significare cespuglio) è appena sotto Scoppio; la sopravvivenza di questo percorso è tutta legata alla buona manutenzione di una piccola porzione a ridosso del fosso, che altrimenti sarebbe invasa da alti e rigogliosi cespugli di rovi.

NC OCENELLI USCITA PANCO EST

Una ulteriore via per disimpegnarsi dalla zona in quota appena sotto alla sommità di Cima Panco, sfruttando il versante est che si taglia con una discesa direttissima che ci porta in breve a fondo valle.

ND PIZZO CORNO FELICE

Oltre che lo stato d'animo in cui facilmente ci si trova dopo aver percorso questo itinerario, corrisponde anche al nome del cortesissimo membro dei CAI (nochè amico) che me lo ha suggerito.

NE FOSSO MATASSA LA MATASSA

Oltre al riferimento all'omonimo fosso, che costituisce il must principale del percorso, c'è un'altra matassa, da sbrogliare, quella costituita dall'intrigo di sentieri nel tratto più in quota; tanti da provare...

NF MONTE CORMELANO AREA GINNICA

Effettivamente è strano incontrare così fuori mano (in cima al monte Cormelano) un'area attrezzata, seppur piccola, per fare attività fisica. Però se ne può approfittare, per esercitare anche la parte superiore del nostro corpo, dopo tanto pedalare...

NG RAPICCIANO TRIAL

Una brevissima porzione, che caratterizza l'inizio dell'ultimo single track di questo percorso, abbastanza pendente e su fondo roccioso molto deformato, dove occorrono doti trialistiche per passarlo sui pedali.

NH LE CESE ACCIMI?

E' la domanda che un cacciatore, incontrato dopo Le Cese, ha fatto vedendomi attaccare la porzione più tosta della salita.
Dimenticavo; in dialetto vuol dire "Ce la fai a salire?"

NI M.TE FAETO LA MATASSA ALTA

Variante "alta" alternativa al percorso più classico che scende fino allo sbocco di fondo valle, questo percorso parte da quota più elevata e dopo aver percorso parte della valle del fosso della Matassa, risale per un lungo e divertente sentiero.

NJ C. LOPPIEDA LO SPERONE

Un peculiare sperone che precipita a picco verso le sottostanti frazioni di Salari e Mezzanelli caratterizza questo percorso; verrebbe la voglia di affacciarcisi...

NK M.TE IL CERCHIO MARTANI SUPERBIKE

Il percorso è estrapolato da quello che fa da teatro alla bella manifestazione che tutti gli anni si svolge con base a Massa Martana.

O1 RIO GRANDE GIRO BAGNATO GIRO FORTUNATO

Capita a volte che si facciano uscite particolarmente fangose; anche questo percorso prevede tratti sterrati abbastanza melmosi, ma almeno si ha la soddisfazione, transitando nel tratto finale del Rio Grande, di assistere allo spettacolo della cascata sull'antica diga della Para.

OA SAMBUCETOLE SABBIE MOBILI

Meglio evitare decisamente la porzione centrale dopo aver lasciato la provinciale se nei giorni precedenti ci sono state precipitazioni abbondanti; si potrebbe rimanere impantanati seriamente!

S1 MONTASOLA SABINA

La porta nord della sabina, con un anello che ne percorre l'area più settentrionale e che insiste interamente nel suo territorio...

S2 ACQUA DEL CARPINO OSTICO

Le difficoltà caratterizzano questo giro, sia per le salite decisamente faticose visto le pendenze in gioco, sia per le discese, sicuramente non facili. Poi anche la vegetazione ci mette la sua, complicando ulteriormente la percorribilità...

S3 CONTIGLIANO PIANA REATINA

La piana reatina farà da intermezzo al percorso in questione, inframmezzando una discesa tosta ad una salita ancora più tosta!

SA COTTANELLO TURISTICA

Ci si riferisce alla seconda parte del percorso, da Cottanello a salire verso i Prati omonimi, vuoi per la relativa facilità dell'ascesa, ma anche perchè è una via abbastanza battuta in estate dai turisti domenicali in cerca di refrigerio, per non parlare del giorno di ferragosto!

SB M.TE LACERONE LA VECCHIA

Si scenderà verso il paese di Finocchieto sfruttando tratti della vecchia via che collegava tale località alla zona montana dell'Acquasanta, via poi sostituita con una versione più comoda, più adatta al traffico automobilistico.

SC PIE' DI MOGGIO NONSOLOMOTO

La prima volta che ho percorso la discesa finale, chiedendone la fattibilità ad alcuni abitanti della zona, mi avevano sconsigliato, dicendomi che non ci avevano mai visto passare nessuno in bici ma solo con le moto. Invece, con un po' di prudenza e/o di "manico"...

SD PRATI DI RUSCHIO CAMMINO DI FRANCESCO

Percorso che ricalca lunghi tratti della porzione del Cammino di Francesco tra i Prati di Ruschio (Stroncone) e l'Abbazia di San Pastore.

SE GRECCIO MACCHIA DEL LAGO

Giunti nei pressi della sommità del monte Macchia del Lago, avremo terminato le nostre fatiche; anche se ne inizieranno altre con la difficile discesa verso Greccio, che segue...

T1 MONTE SOLENNE TRE TERZI

Un giro con un profilo altimetrico estremamente semplice, scindibile in tre parti quasi uguali (ancora più uniformi se si aggiunge l'ascesa alla cima del Solenne): una prima parte di tutto relax; una seconda in costante ascesa; una terza di quasi ininterrotta discesa, fino a chiudere l'anello.

T2 MONTE DI CIVITELLA MENO MILLE

Diciamo anche quasi  meno 1100; solo i metri di dislivello negativo da fare tutti d'un fiato, senza nemmeno 10 metri di piana, dalla cima del monte Civitella, che caratterizzano questo percorso, forse anche più delle due salite che portano in vetta.

T3 MONTE ASPRA MONTE CALVO

Aspetto curioso e anomalo quello dell'Aspra, con la cima boschiva, fatta eccezione per il cocuzzolo, che invece è costituito da una piccola radura, visibile solo quando si si arriva (o con una vista aerea).

T4 MONTE COSCERNO UN ANNO SI E UNO NO

Nelle quattro occasioni che mi è capitato di andare sul Coscerno, ho sempre alternato un anno si e uno no; sarà che l'anno successivo è ancora troppo fresco il ricordo della grande faticata...

T5 MONTE TORRINARA MONTE TORRINARA

Dal monte che rappresenta la quota massima per questo bel tour.

T6 MEDIA VALNERINA I SUPERSTITI

Giro talmente impegnativo che fa sempre vittime; finora quando è stato fatto siamo arrivati al termine in meno di quanti eravamo alla partenza .

TA MACENANO SAN PIETRO IN VALLE

Il percorso prevede la ripida discesa lungo il versante destro della Valnerina, il cui termine (almeno nella parte più difficoltosa) sarà rappresentato dal raggiungimento dell'Abbazia di San Pietro in Valle.

TB F.CA DI MONTELEONE BALLA COI LUPI

A seguito del ripopolamento dei lupi nelle zone appenniniche, la zona interessata da questo percorso è una di quelle che più spesso ha visto le apparizioni di questo animale. Tanto lo sappiamo che non è quello cattivo delle favole, no?

TC M.TE MOTOLA PIC-NIC

In meno di 7 chilometri di questo percorso incontreremo ben 3 aree picnic, due delle quali in aree abbastanza improbabili (fuori mano).

TD UMBRIANO 4 MULI E UN SOMARO

Il somaro è il boscaiolo che ha preso decisamente a male parole un suo giovane aiutante "reo" di essersi fatto scappare i 4 muli da soma carichi di legna, impauriti dalla mia presenza mentre scendevo lungo il sentiero verso Umbriano (per quanto mi sono fermato appena visti, ad una certa distanza).

TE VALNERINA NEAR (TO) NERA

Un breve anagramma che descrive perfettamente il percorso in questione: 30 facili e piacevoli chilometri in compagnia ravvicinata del corso del fiume Nera, da risalire da Ferentillo a Borgo Cerreto.

TF M.TE MARVELLO LA MINIERA (D'ARGENTO)

L'esplorazione accurata della porzione tra Castel di Lago e Marmore nell'orografica sinistra del Nera, si è rivelata una vera e propria miniera di divertentissimi sentieri. Questo è prezioso come... l'argento.

TG CASTEL DI LAGO LA MINIERA (D'ORO)

L'esplorazione accurata della porzione tra Castel di Lago e Marmore nell'orografica sinistra del Nera, si è rivelata una vera e propria miniera di divertentissimi sentieri. Questo vale (per gli appassionati delle discese tecniche)... oro.

 
P-N1 M.te FAIE' CERTI CARTONI

Avete presenti certi film di animazione che paiono finiti, tant'è che scorrono i titoli di coda, poi invece a sorpresa c'è una gustosa appendice fuori programma? Ecco questo percorso ha un finale così; pare che oramai abbia detto tutto, concludendosi, oramai alle porte di Pinerolo...

P-N2 Rifugio Melano ROCCA SBARUA

La meta principale per questo percorso è la Roca Sbarua, una imponente parete di arrampicata, che si erge appena sopra al rifugio Melano; chi vuole può abbinare all'arrampicata con mtb anche quella alpinistica...

P-N3 Monte San Giorgio M.TE SAN GIORGIO

Le pendici del monte San Giorgio di Piossasco fanno da fulcro a questo percorso, con tre salite ed altrettante discese un po' su tutte le pendici.

P-N4 Colle del Besso SETTE PONTI + UNO

Al consueto tour dei sette ponti, ne aggiungiamo un altro, a causa di un appendice fino al Colle del Besso, che ne allunga il percorso e ne incrementa l'intensità.

P-N5 Cumiana PISTINO CUMIANA

Così è conosciuto in loco il sentiero che è stato assettato per scendere dalla cima del Truc Faro fino alle porte di Cumiana, che rappresenta il fulcro del percorso.

P-N4-V1 Giborgo GRAN DUBBIONE

Da C. S. Giuliardo si va a scendere verso l'orografica sinistra del torrente Gran Dubbione e la si percorre per tutto il finale, fino al suo sbocco all'omonima località di Dubbione.

P-O1 Colle Lazzarà LAZZARA' ANTIORARIO

Un classico nel pinerolese adatto un po' a tutti, sfruttando le vie più consone alle proprie capacità. La versione proposta è quella che prevede il giro in senso antiorario.

P-S1 Colle Vaccera RAVE PARTY

Ebbene si, in una delle volte che son salito al Vaccera, l'ho trovato pieno di giovani con musica ("musica"..., rumore!) a palla, in gran parte ancora mezzi dormienti lungo tutto il colle, con alcool e spinelli a tutto andare. Poi si dice che i giovani non amano la montagna!

P-S2 Pomeano SENTIERO 361

Una bella scoperta trovare che il sentiero 361 che scende dal Colle Vaccera a Pomeano non è solo per trekking, ma è valido anche per scendere in bici, seppur solo per chi è più preparato tecnicamente...

P-O1-V1 Leiretta PILONE PENDENTE

Il pilone Gardetta (o pilone bianco), all'incirca a metà di questo breve, ma impegnativo itinerario, si affaccia sulla ripida costa che precipita verso Pramollo e ci si chiede come possa stare ancora in piedi, vista la posizione e la pendenza che lo caratterizza.

P-O1-V2 Albarea ALBAREA

Il borgo di Albarea segna l'inizio della porzione più divertente e impegnativo del percorso, che da qui lascia il territorio "civilizzato" per addentrarsi nei boschi, fino a scendere a Pomaretto.

P-O1-V3 Truc Lausa GUADO PRIVATO

Al termine della sterrata che da Pramollo scende a San Germano Chisone, per tornare sulla provinciale va attraversato un torrente su cui c'è l'avviso di "guado privato". In alternativa va utilizzato un vicino ponte fatiscente in legno.

P-S1-V1 Pons PIETRO TI SALUTA!

Scendendo per il versante sud del Colle Vaccera, poco prima di giungere in località Pons, troverete una curiosa scultura/costruzione in pietra che non poteva che chiamarsi... Pietro. Pare permaloso o quantomeno pare rimanerci male se non si ricambia il suo gesto di saluto...

www.mbike.it

Contatore visite